Araba fenice?

Si dice di cosa o persona unica, senza uguali, oppure immaginaria, inesistente. Trovare un idraulico, oggi, è come trovar l'araba fenice, della quale il Metastasio scriveva: che vi sia ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa. La fenice la cui prima menzione si trova in Erodoto (Storie, II, 73) era un uccello favoloso del quale esisteva un solo esemplare che si riproduceva secondo una strana forma di partenogenesi, cioè rinascendo dalle proprie ceneri.
A causa di questa leggenda, la fenice fu assunta a simbolo di unicità, di immortalità e di resurrezione.

Modi di dire Il diario di Lodovisca Poesia, favole e meditazioni Collage Home page